Chi siamo


Home Page

Presentazione


Attività


Tipologie

NEWS

PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0

NUOVA 2006/42/CE


Macchine in servizio D.lgs. 81/08 allegato V

Paesi extra Europa: UL/CSA - nr. 12 Brasile - Russia EAC - Australia AS, etc...

CPR 305/2011: CE serramenti e cancelli

CPR 305/2011 CE app sanitari

CPR 305/2011: VARIE

ATEX - 94/9/CE

PARCHI GIOCO

Verifiche di terra DPR 462

IMPIANTI DM 37/2008

Formazione

Servizi

ISO 9000



Download

Documenti


Esperienze
Presentazione


Referenze
Tipologie



Collaborazioni
Tipologie


Riferimenti
Contatti
Links



 



  


Valeri Vanni [Technical Manager]
Via Calamone, 1 - 61025 Montelabbate (PU)
Cell. +39 339 6410508
Tel. – Fax.: +39 0721 472036
mail info@vannivaleri.it

Posta elettronica certificata: vanni@pec.vannivaleri.it
skype: per.ind.valeri.vanni

Codice sulla Privacy - P. IVA 02067320412

© www.vannivaleri.it 2018 Tutti i diritti riservati.



Clicca sui testi scorrevoli
Direttiva macchine 2006/42/CE            Direttiva macchine 2006/42/CE

D.P.R. 462/01 – verifiche degli impianti di terra             D.P.R. 462/01 – verifiche degli impianti di terra

Paesi extra Europa: UL/CSA - nr. 12 Brasile - Russia EAC - Australia AS, etc...

 
PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0 - IPER E SUPER AMMORTAMENTO




  Iperammortamento e interconnessione: in alcuni casi basta la comunicazione monodirezionale


L'ultima circolare direttoriale del MISE n. 295485 del 1° agosto 2018 contiene una serie di chiarimenti sul requisito dell'interconnessione per alcune tipologie di macchine.

Ferma restando l'assoluta obbligatorietà dell'interconnessione, quest'ultima può essere implementata in maniera "semplificata" per tutti quei beni che eseguono operazioni ripetitive e determinate. Ne sono un esempio i trapani, la segatrici, le taglierine ecc. per i quali è sufficiente trasmettere solo i dati in uscita. 

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/iper-e-super-ammortamento



  PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0 -
Consulenza per il costruttore del bene e per l'utilizzatore (=beneficiario dell'iperammortamento)
 

Intervento c/o costruttore del bene:

  • Verifica in azienda:

-         Analisi tecnica di una macchina (famiglia) e dei suoi requisiti obbligatori e facoltativi

  • Redazione dell’analisi tecnica comprendente:

-         Descrizione tecnica del bene e dei requisiti soddisfatti obbligatori e facoltativi 




Intervento c/o il utilizzatore del bene (= beneficiario dell’agevolazione):

  • Verifica in azienda:

-         Analisi tecnica di una macchina (famiglia) (se non è disponibile un’analisi del fabbricante)

-         Verifica dei requisiti di interconnessione + verifica dei flussi di materiali e/o materie prime e semilavorati e informazioni

 

  • Redazione dell’analisi tecnica del sistema comprendente:

-         Descrizione tecnica con indicazione di costo

-         Descrizione dei requisiti soddisfatti obbligatori e facoltativi

-         Descrizione dei requisiti di interconnessione

-         Descrizione delle modalità in grado di dimostrare l’interconnessione

-         Rappresentazione dei flussi di materiali e/o materie prime e semilavorati e informazioni

 

  • Redazione perizia e giuramento.





  PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0
- Circolare Agenzia Entrate e MISE

A disposizione per verificare se la VA MACCHINA  POSSIEDE LE CARATTERISTICHE PER POTER, A SEGUITO DELL’INTEGRAZIONE NEL SISTEMA PRODUTTIVO, beneficiare dell’iperammortamento.

Per quali categorie di beni scattano i bonus super e iper ammortamento? Quali tipologie di investimento premiano e a quali condizioni? Quali i termini temporali di riferimento, le scadenze e a favore di quali soggetti? Sono questi alcuni dei quesiti che trovano risposta nella circolare n. 4/E di oggi redatta congiuntamente da Agenzia delle Entrate e Ministero dello Sviluppo Economico. Il documento di prassi fornisce chiarimenti sulle misure fiscali introdotte per dare impulso all’ammodernamento delle imprese e alla loro trasformazione tecnologica e digitale. In particolare, la Legge di Bilancio 2017 ha previsto la proroga del super ammortamento e ha introdotto l’iper ammortamento, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.

Nella circolare, inoltre, vengono fornite indicazioni sull’ulteriore maggiorazione del 40% sul costo di acquisto di beni strumentali immateriali (tra cui, alcuni software, sistemi IT e attività di system integration), prevista sempre dalla Legge di Bilancio per i soggetti che beneficiano già dell’iper ammortamento.

CIRCOLARE N.4/E del 30/03/2017


PRIME OSSERVAZIONI CONFINDUSTRIA 11.04.2017



  PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0 - aggiornamento della legge di stabilità

A disposizione per verificare se la VA MACCHINA  POSSIEDE LE CARATTERISTICHE PER POTER, A SEGUITO DELL’INTEGRAZIONE NEL SISTEMA PRODUTTIVO, beneficiare dell’iperammortamento.

La misura è prevista in: LEGGE 11 dicembre 2016, n. 232  - Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019. (16G00242) (GU Serie Generale n.297 del 21-12-2016 - Suppl. Ordinario n. 57)  : Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2017

La legge di stabilità è stata modificata dalla legge del 27.02.2017, n. 18, in vigore dal 01.03.2017. La modifica riguarda principalmente gli aspetti tecnici dell'allegato A.

Il nuovo Iperammortamento 250 per cento 2017 consente di ammortizzare un valore maggiore relativo al costo di acquisto di beni materiali e strumentali nuovi (ovvero non utilizzati in precedenza né dal venditore che da altri soggetti) legati a progetti di digitalizzazione aziendale. I beni ammessi all’agevolazione sono stati indicati nell’Allegato A e B della Legge di Bilancio.

Per accedere al nuovo iperammortamento al 250 per cento (Super ammortamento versione 2017) bisognerà effettuare l’acquisto entro il 31 dicembre 2017.

L’agevolazione è concessa anche se il bene è acquistato entro il 30 giugno 2018 ma l’ordine dovrà rispettare la prima scadenza indicata. Inoltre, per gli acquisti entro il mese di giugno 2018, è necessario che l’impresa paghi al fornitore, a titolo di acconto, almeno il 20% dell’investimento entro il 31 dicembre 2017.

Sulla base di quanto introdotto dalle modifiche alla Legge di Bilancio 2017, possono usufruire di agevolazioni anche i beni immateriali nuovi, ovvero software funzionali all’utilizzo dei beni ammessi al super ammortamento 250% ma nella misura del 140%. L’elenco dei beni è specificato nell’Allegato B.

Per usufruire dell’agevolazione è necessaria una dichiarazione del legale rappresentante dell’impresa circa gli acquisti ammessi al super ammortamento 140% o 250%. Nel caso di acquisti di importo superiore ai 500 mila euro è invece richiesta una perizia tecnica giurata che certifichi che il bene rientra tra quelli indicati negli allegati A e B e che sia interconnesso al sistema aziendale, ad opera di un ente accreditato o di un ingegnere o perito industriale iscritti all’albo.

Ad oggi siamo in grado di verificare lo stato di rispondenza delle macchine nuove ai requisiti dell'allegato A e/o B della legge di stabilità e fornire una relazione di risanamento / attestazione se la macchina sia già conforme.

 L'attuazione del provvedimento attende ancora alcune certezze:

- tecniche - si sta mettendo a punto con MISE una guida interpretativa

- fiscali - attendiamo una riunione con l'Agenzia delle Entrate

Le certezze sono:

- la macchina deve essere prevista in Allegato A e dotata di:

- CNC/PL

- interconnessione per istruzioni

- integrazione con stabilimento

- interfaccia semplice

- sicura

e di almeno due delle seguenti caratteristiche:

- Telemanutenzione

- Monitoraggio funzioni

- Integrabilità cyberfisica

- Filtri

 

Nel caso esposto (cioè se la macchina è dotata delle caratteristiche elencate) potrà consentire all'acquirente di accedere all'iper ammortamento del 250% solo quando le caratteristiche sopra esposte saranno effettivamente cablate (Hd o Sw) con il sistema aziendale (a cura dell'acquirente) e funzionanti.

In caso contrario la macchina non integrata permetterà al cliente il beneficio del super ammortamento del solo 140%.

Le certificazioni sono previste per forniture oltre 500.000 € per i soli impianti completi e funzionanti in chiave 4.0.

Il cliente, però, chiederà sempre al fornitore di dichiarare se le caratteristiche del macchinario, per la parte di propria competenza, permettono di accedere al 250%. E' evidente che non basta una dichiarazione del fabbricante ma una guida tecnica completa su come integrare la macchina nel sistema aziendale.

  




PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0
- VERSO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE AUTOMATIZZATA E INTERCONNESSA

Nei prossimi anni il sistema manifatturiero mondiale dovrà affrontare la sfida della quarta Rivoluzione Industriale, la cosiddetta Industry 4.0 che determinerà la totale automazione ed interconnessione delle produzioni. Alla base del processo di trasformazione ci sono le nuove tecnologie digitali che avranno un impatto profondo nell'ambito di direttrici di sviluppo quali: il Data Driven innovation, l’interazione tra uomo e macchina e la digitalizzazione del processo produttivo. La quarta Rivoluzione Industriale tocca oggi tutte le imprese impegnate nella produzione manifatturiera, nei processi continui o nella gestione di impianti di pubblica utilità. Nonostante i diversi approcci che le economie mondiali stanno mettendo a punto per rispondere in modo efficiente alla sfida di Industry 4.0, i vantaggi attesi per il sistema produttivo sono previsti in termini di flessibilità, velocità, produttività, qualità, competitività.

 

Reti Dati: Il processo di digitalizzazione della produzione permette di sfruttare le sinergie tra le diverse fasi del processo produttivo, implementare servizi innovativi come la manutenzione predittiva, la manutenzione a distanza e l’analisi dati finalizzata all’ottimizzazione dei processi. Alla base di tutto, è però necessario poter disporre di un’infrastruttura di comunicazione affidabile, stabile, sicura e potente. Il Gruppo Bureau Veritas supporta le aziende fin dalla fase della progettazione, verificando che siano rispettati i requisiti tecnici in termini di affidabilità ed efficienza della rete. I servizi proposti comprendono anche l’attività di validazione, troubleshooting e controlli funzionali dei sistemi di interconnessione aziendali. Al fine di garantire una corretta progettazione, gestione e manutenzione dell’infrastruttura di rete è necessario che i progettisti e gli installatori di reti industriali siano adeguatamente formati. Il Gruppo Bureau Veritas propone un’offerta formativa certificata Cepas, capace di fornire, a tutti i progettisti e installatori di reti, le competenze necessarie.

 

Data Driven Innovation: La produzione intelligente, o smart manufacturing, è il perfetto connubio tra l’informazione generata dall’analisi dei dati, la tecnologia e l’ingegno umano per giungere ad un concetto di azienda ad elevatissima competenza ed efficienza o smart factory. Le industrie di oggi hanno bisogno di essere guidate verso l’efficienza operativa per stimolare la produttività, acquisire nuove conoscenze e competenze al fine di rimanere competitivi. Questa guida può avvenire solo attraverso lo studio e l’analisi dei dati, dove l’informazione risiede. In questo ambito, Bureau Veritas propone servizi, basati sui più recenti metodi statistici e di machine learning per l’analisi dati, mirati a: trovare le relazioni fra i dati e fare previsioni in base alle informazioni acquisite; sviluppare e/o migliorare nuovi prodotti o processi; analizzare in tempo reale i dati del processo aiutando gli operatori a mantenerlo sotto controllo e individuare le anomalie.

 

Cyber Security: L’ICT è sempre più spesso il ponte tra i diversi processi aziendali. Essendo aperto alla rete globale, è uno dei punti di maggiore vulnerabilità dell’azienda. Se ogni processo si basa su dati in input, che vengono elaborati e portano ad un output, tali dati sono spesso gestiti dai sistemi ICT o comunque automatizzati. Il successo del processo dipende, quindi, dall’affidabilità dei dati e dalla loro disponibilità. Le Organizzazioni possono proteggersi da potenziali minacce alla sicurezza delle informazioni da esse gestite sviluppando un Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (ISMS: Information Security Management System), conformemente a quanto definito daIla ISO/IEC 27001 e richiedendo una verifica di certificazione indipendente



   

 

 

Contatta il WebMaster: postmaster@vannivaleri.it